Paola Di Giambattista naturopata


Eventi del Benessere ha il piacere di intervistare Paola Di Giambattista Naturopata Nutritional Cooking Consultant e Antiaging Advisor

naturopata di giambattista

Gentile Paola, cos’è per Lei la naturopatia e quanto la considera importante per il raggiungimento del nostro benessere?

Normalmente la naturopatia viene definita come un insieme di pratiche di medicina alternativa, personalmente sono un po’ scettica davanti a questa definizione, poichè l’arte di applicare la naturopatia è ben diversa tra un terapeuta e l’altro. Il mondo della naturopatia abbraccia molte discipline, molte tecniche che si prendono cura del corpo, della mente e dell’anima e, personalmente non si può essere tuttologhi ma è bene specializzarsi in un paio di discipline più affini a quelli che sono i nostri talenti. Dalla fitoterapia, ai fiori, ai cristalli , all’alimentazione, al reiki non esiste una tecnica più efficace o prevalente, a fare la differenza è il modo con cui il terapeuta riesce ad entrare in contatto con il cliente, a creare un rapporto di empatia che va al di la del raccogliere dati e consigliare piante  e fiori. Il mondo olistico è il mondo del tutto dove il nostro microcosmo si fonde all’unisono con il macrocosmo. Aiutare una persona a raggiungere il suo stato di benessere è un percorso che si avvale della motivazione del cliente e della sua volontà di voler riappropriarsi di un benefico stato di equilibrio.

C’è stata un’occasione, un episodio particolare della sua vita che l’ha convinta della scelta di intraprendere l’attività di naturopata?

il modo in cui ho cominciato è stato davvero casuale…anche se, il caso non esiste… Ero ancora impiegata come manager in una importante società del territorio e mi occuppavo di commerciale export e marketing, a parte lo yoga, che avevo iniziato a praticare a seguito dei numerosi viaggi in oriente, non avevo minimamente idea di cosa fosse il mondo olistico e naturopatico. Un collega, ripensandoci oggi, un vero “angelo” non in termini religiosi mi portò una cartolina per l’openday di una scuola di naturopatia e insistette a tal punto che decisi di andare a vedere di cosa si trattasse, curioso no?

Decisamente si! Può darci un consiglio su come riconoscere un naturopata professionale da un curatore improvvisato? A riguardo può raccontarci qualcosa in merito al percorso di studi da Lei intrapreso per raggiungere il livello di competenze e professionalità che dimostra Lei oggi?

Esistono diverse scuole e diversi piani di studi, dato che purtroppo ancora non è disponibile un albo, è necessario che il terapeuta abbia frequentato almeno una scuola riconosciuta e che sia iscritto in una o più federazioni che permettano di controllare almeno l’operato secondo il codice deontologico.

Il mio percorso è un po’ anomalo e, specialmente quello che faccio oggi faccio fatica a collocarlo esclusivamente nel mondo della naturopatia.

Dopo la scuola di Naturopatia di Urbino che ho frequentato per 3 anni, mi sono diplomata all’Istituto Maitri, ho conseguito il Diploma di counseling Olistico con Nitamo Montecucco, i 5 livelli di formazione con il Dott. Nader Butto, ho frequentato l’accademia di massaggi Adhara di Chieti, ho frequentato l’accademia di Ayurveda a Torino con Sonia Bortolussi, e in India presso il Kairali Resort. Ho conseguito l’attestato in cristallo e floriterapia con la Dottssa Pandiani . Ho conseguito a Roma il diploma di Spa Manager.Ho conseguito il 2 livello di REiki, metodo Usui, ho fatto corsi di pnl, morfopsicologia e linguaggio del corpo, ho conseguito il Diploma a Padova presso il College of Nathuropatic Medicine di Nutritional Cooking Consultant e quello di antiaging Advisor presso l’accademia del Fitness come allieva del Dott Spattini e Ongaro a Parma. Frequento in formazione continua presso l’accademia, corsi di medicina funzionale, antiaging, alimentazione ecc.

Ad oggi unendo il mio precedente percorso professionale mi occupo di tutto quello che riguarda la creazione di format/eventi e corsi relativi al mondo del food, alimentazione consapevole e benessere, sono docente di diversi corsi, ho creato assieme ad altre due persone sceltaconsapevole.com sito dedicato alla cucina vegana e allo stile di vita sano e mi occupo del mio sito paoladigiambattista.com scrivo per diverse rubriche e testate online e cartacee, collaboro con il gruppo Macrolibrarsi e con Romagna a Tavola e l’accademia Aida

Come si è sviluppata la naturopatia negli ultimi anni? ci sono stati grossi cambiamenti? Tali cambiamenti hanno secondo Lei portato dei benefici al benessere della persona?

Il mondo si è aperto, le coscienze si sono un po’ avvicinate al mondo dell’olismo, c’è stata più apertura anche da parte delle ditte di integratori, un po’ meno dai medici anche se molti si stanno aprendo ad una sinergica collaborazione. Sicuramente chi ne beneficia è l’utente finale che ancora però fa fatica a riportare al medico di base eventuali proposte e suggerimenti da parte dei terapeuti non convenzionali.

Può fornirci tre utili consigli per la salvaguardia della propria salute e benessere?

Mangiare bene nutrendo i tre corpi: fisico, mentale e spirituale

Muoversi con consapevolezza

Vivere in un’ambiente sano da un punto di vista ambientale ed emotivo

Per maggiori informazioni è possibile contattare Paola Di Giambattista ai recapiti sottostanti:

Paola Di Giambattista

Naturopata, Nutritional Cooking Consultant, Antiaging Advisor

www.paoladigiambattista.com

www.sceltaconsapevole.com

fb Paoladigiambattistanaturopata

fb Sceltaconsapevole